Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

In Valdera

Iscriviti alla Newsletter

 

Terricciola - Villa San Marco

Terricciola PI, Italia - Telefono: 0587 65 40 54


 L’antica Villa, recentemente restaurata, sorge sui resti di una Pieve medioevale che controllava i flussi che da Pisa si dirigevano verso Volterra e Siena, sulla via del commercio. Dai primi documenti che risalgono all’anno 855, la pieve, proprietà della diocesi di Lucca, rivestiva una notevole importanza, in quanto dotata di un ricco patrimonio e di quattordici chiese suffraganee. Nel 1300 la pieve andò man mano diminuendo di importanza in seguito a guerre comunali che resero pericolose le funzioni in una chiesa di campagna, infatti le popolazioni preferirono le chiese dei vicini castelli fortificati: così nel 1466 la pieve di Santa Maria a Suvigliana cessò le sue funzioni. Il vescovo di Lucca nel 1575 ordinò il restauro nominandola con il nome di San Marco a Suvigliana. Nel 1622 fu soppresso il beneficio a favore della cattedrale di San Miniato e la pieve venne ridotta ad oratorio. A metà del ’700 ci furono dei crolli nella navata sinistra, della quale oggi sono state riportate alla luce le fondamenta. Nel 1819 il vescovo Pietro Fazzi dette ordine di profanare l’oratorio e di costruire la villa vescovile a sua residenza. Rimase proprietà della mensa vescovile di San Miniato fino ai primi del 1900 quando, acquistata dal professor Rachah, fu trasformata, dopo il secondo conflitto mondiale, in scuola di agricoltura per giovani ebrei destinati ai kibbutz israeliani. Nel 1992 il complesso è stato acquistato dalla società San Marco che, con un’imponente opera di restauro, con la riorganizzazione esterna di giardini e parchi, armoniosamente inseriti in un anfiteatro di verdi colline, offre al visitatore la possibilità di immergersi in un ambiente dal fascino medioevale.

 Villa San Marco (San Marco Village 13 – PH.:0587654054)Theoldvilla, recently restored, stands on the ruins of a medieval church, that controlled the flow of people that moves from Pisa to Volterra and Siena, on the way of trade. From what it is possible to know, from the first documents of 855, the church was a property of the diocese of Lucca and it had a considerable importance, since it has a rich heritage and fourteen suffragan churches. In 1300 the parish church lost gradually its importance as a result of wars between villages, because the people preferred to go to the nearby fortified castles church. Therefore in 1466 the church of Santa Maria a Suvigliana stopped its functions. The bishop of Lucca in 1575 ordered the restoration of the church and he named it with the name of San Marco a Suvigliana. In 1622 was suppressed its benefit of parish church in favour of the cathedral of San Miniato and the church was reduced to oratory.In middle of the years ‘700 there were some crashes in the left aisle. It is possible now to see the foundations of the aisle. In 1819 the Bishop Pietro Fazzi gave the order to profane the oratory and to build a villa, which became his Episcopal residence. It remained property of the bishop of San Miniato until early 1900, when it was purchased by Professor Rachah. It was transformed, after the Second World War, in the school of agriculture for young Jews set for Israel’s kibbutz. In 1992 the complex was purchased by St. Mark's society, which made a massive restoration work and the reorganization of the external gardens and parks. The complex, harmoniously inserted in an amphitheatre of green hills, offers to the visitor the opportunity to immerse themselves in an environmen of medieval charm.

Tags: Terricciola, Villa San Marco

In Valdera


Unione Valdera - via Brigate Partigiane, 4 - 56025 Pontedera (PI) - Tel. 0587.299.560 - Fax 0587.292.771 - PI 01897660500 - info@unione.valdera.pi.it       Login       Area Aziende